Regolamento Taxi e driver NCC: quando si parla di lavoro e cittadini, bisogna concertare le scelte

 

Il Regolamento relativo ai Taxi ed agli NCC, approvato con il voto favorevole della sola maggioranza, con la sua applicazione oltre che creare difficoltà per coloro che lavorano in questo settore, ha evidenziato nella fase che ha preceduto la sua presentazione al voto del Consiglio comunale, criticità che la dicono lunga sul concetto che l’Amministrazione pentastellata ha della democrazia, dell’ascolto dei cittadini e delle categorie che animano l’economia della nostra collettività locale.
Proprio per questo, sull’argomento ed insieme al Consigliere e Capo Gruppo del PD Marco Piendibene, considerando l’ascolto e la democrazia dal basso, un elemento imprescindibile per una sana ed efficace amministrazione della collettività, abbiamo infatti avviato una serie di incontri conoscitivi, di ascolto e di confronto con rappresentanti della Categoria interessata, al fine di ascoltare direttamente le loro problematiche, ragioni e perplessità, per far poi richiesta di convocazione della apposita commissione consiliare per emendare e meglio mirare il Regolamento medesimo, alle effettive esigenze dell’utenza ed insieme della Categoria interessata allo svolgimento del servizio. Iniziativa che con tutta evidenza, avrebbe invece dovuto intraprendere l’Assessore competente D’Anto’
Nel corso dello svolgimento della Commissione, i rappresentati di Taxi ed Ncc chiedevano anche una sospensiva nell’iter di approvazione in Consiglio Comunale, proprio per ragionare all’interno di un clima di concertazione e quindi di democrazia tra le parti e rendere il Regolamento maggiormente aderente alla effettive esigenze dell’utenza e del settore Taxi e Ncc, circostanza sulla quale i componenti di minoranza della Commissione, hanno concordato.
Ma , come è solito fare chi non vuole avere orecchie per ascoltare, la maggioranza non ha mostrato nessuna apertura in tal senso, inviando con ogni urgenza la Delibera al vaglio del Consiglio comunale, perdendo in questo modo la straordinaria possibilità di far votare un Regolamento tanto importante, dall’unanimità dei Consiglieri comunali al di la dell’appartenenza ma a favore della qualità del Servizio, dei Cittadini e della Categoria interessata. E in fin dei conti, si chiedeva e chiedevamo solo di rivederlo e di redigerlo insieme e magari con l’ascolto e quindi il contributo fondamentale di coloro che vivono le problematiche del servizio sia come attori che come utenti.
L’auspicio a questo punto è che, dopo l allarme lanciato dal Ministro Toninelli sulla questione Ncc nazionale e la decisione di sospendere il tutto fino al 2019, questa amministrazione intanto e perlomeno attui delle modifiche al Regolamento troppo precipitosamente approvato, magari per lenire e far migliorare le attuali difficoltà che vive il settore Taxi ed NCC a servizio della Città e quindi del Porto, anche per tutelare i posti di lavoro dei nostri concittadini impegnati nello svolgimento di tale servizio e, non in ultimo per importanza della sua funzione e per la loro sicurezza.

Patrizio Scilipoti – Consigliere Comunale Onda Popolare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...